42 anni, consigliere regionale
della Toscana eletto
con il Partito Democratico
in provincia di Pisa

La mia storia

Sono nato a Barile (PZ) nel 1977, sono sposato con Angela e vivo a Pisa dal 1996. Laureato in Ingegneria Elettronica all’Università degli Studi di Pisa ho poi conseguito un Master in Management dell’Innovazione alla Scuola Superiore di Studi S.Anna e dato quindi vita a due start up, una nel campo delle energie rinnovabili e una in sanità.

Da sempre appassionato di politica, ho iniziato a impegnarmi in prima persona con la nascita del Partito Democratico e sono stato Consigliere Comunale a Pisa (2008-2013), Responsabile Organizzazione del PD Toscana (2013-2018) e vicesegretario PD Toscana (2015-2018).

Alle elezioni regionali del 31 maggio 2015 mi sono presentato come capolista PD nel collegio di Pisa e sono stato eletto raccogliendo 10.515 preferenze

Cosa abbiamo fatto

In Consiglio Regionale sono membro dell’Ufficio di Presidenza, Presidente della Commissione Toscana Costiera e membro della II Commissione (sviluppo economico, turismo, innovazione e cultura) e in questi 5 anni di lavoro ho cercato di dare concretezza alle proposte, alle idee e ai progetti nati insieme a tanti di voi sia in campagna elettorale sia nel corso della legislatura.
 
Tra queste mi piace ricordare soprattutto:
 
– la riforma del sistema sanitario regionale e l’introduzione dell’obbligo vaccinale
 
– la nuova legge su turismo e commercio (sia tradizionale che ambulante) varata dopo anni di attesa di concerto con associazioni di categoria e sindacati.
 
– le leggi sulla sostenibilità ambientale, da quella per rendere la Toscana una regione “plastic free” a quella per investire sempre piuù sull’economia circolare.
 
– la legge sulla unificazione dei poli tecnologici della Costa per dare vita a un grande incubatore d’imprese che possa essere modello a livello internazionale
 
– la nascita dei brand “Costa Toscana” e “Isole Toscane” per la valorizzazione del turismo costiero, la destagionalizzazione dell’offerta e l’ampliamento dell’offerta.
 
– la riduzione dei costi della politica per reinvestire oltre 2 milioni di euro del bilancio del Consiglio Regionale sul territorio (dal Premio Innovazione ai bandi per il recupero delle città murate, dalla legge sulle Pro Loco ai contributi alle città colpite dal maltempo, dalla valorizzazione dei grandi toscani fino al sostegno delle principali realtà artistiche e culturali a livello locale).
 
 

RESTIAMO IN CONTATTO!

COMPILA IL FORM

Accetto il trattamento dei dati personalisecondo la Privacy Policy.